Abbiamo 68 visitatori e nessun utente online

 docenti con funzioni strumentali allo sviluppo dell’offerta formativa, sono individuati annualmente in base alle risultanze dei follow up sugli obiettivi di processo, con compiti di organizzazione e coordinamento di attività volte allo sviluppo ed ampliamento dell’offerta formativa e realizzate con il supporto di Commissioni Operative Annuali, costituite ad hoc.

  • • Area 1: Gestione del Piano dell’Offerta Formativa

Articolazione A: Gestione Documentale del P.T.O.F.; sviluppo e implementazione del P.T.O.F. anche in ottica di “curricolo verticale” dell’Istituzione Scolastica, nel rispetto della normativa vigente;

Articolazione B: Monitoraggio e gestione dati derivanti e/o affluenti da/a Rapporto di Autovalutazione di Istituto.

  • • Area 2: Sviluppo della Cultura della Collaborazione, legalità, responsabilità -
    Progettazione, redazione e/o allineamento alla normativa vigente dei “regolamenti d’Istituto” volti a garantire lo sviluppo della collaborazione, legalità, responsabilità. Collaborazione con enti esterni e partecipazione a iniziative didattico-formative legate alla cultura della legalità.
  • • Area 3: Sviluppo, potenziamento e tutela dei Valori dell’Inclusione -

Individuazione e adozione di best practices in materia di progettazione, redazione e/o allineamento alla normativa vigente degli strumenti funzionali alla messa a punto e implementazione di azioni didattiche personalizzate.

Articolazione A: azioni rivolte ad alunni con Bisogni Educativi Speciali riconducibili a disagio culturale e linguistico (BES);

Articolazione B: azioni rivolte ad alunni con Bisogni Educativi Speciali riconducibili a Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA);

Articolazione C: azioni rivolte all’utenza con Bisogni Educativi Speciali riconducibili a Diversa Abilità (DVA).

  • • Area 4: Ampliamento e valorizzazione dell’Offerta Formativa d’Istituto

Individuazione e progettazione di attività didattiche finalizzate all’ampliamento e alla valorizzazione dell’Offerta Formativa di Istituto sulla base delle risultanze del RAV, della domanda delle famiglie, delle caratteristiche specifiche dell’utenza, degli input del corpo docente, del profilo in uscita di cui al curricolo verticale di istituto, coerentemente con le finalità e gli obiettivi generali del sistema di istruzione e con l'esigenza di migliorare l'efficacia del processo di insegnamento e di apprendimento.