Abbiamo 33 visitatori e nessun utente online

Carissimi,

a conclusione di questo anno scolastico sentiamo il bisogno di raggiungere tutti voi con il nostro affettuoso saluto, nella speranza che l’emergenza lasci il posto alla normalità delle nostre vite, delle nostre relazioni, delle nostre scuole.

L’anno scolastico trascorso ha chiesto sacrifici ai docenti ed al personale scolastico, ai genitori, ma soprattutto ai nostri alunni. A loro, in via esclusiva, abbiamo dedicato il nostro impegno, continuando come Comunità scolastica  (docenti, personale ATA e genitori),  a svolgere, insieme, il nostro  compito formativo. 

Abbiamo anche quest’anno scoperto e riscoperto aspetti propri del nostro essere scuola: ci siamo sperimentati capaci di dare forma nuova alla didattica ed all'organizzazione, intercettando  e valorizzando risorse da condividere.

Pertanto, esprimiamo gratitudine ai Docenti che si sono spinti nella ridefinizione della propria professionalità; al Direttore dei servizi generali ed amministrativi, Dott.ssa Silvia Todaro, agli Assistenti amministrativi, al personale tutto per la dedizione con cui si è portata avanti un’attività complessa ed essenziale; al Presidente del Consiglio d’Istituto, dottor Massimo Mondelli , ed a tutti i componenti del Consiglio stesso per la serietà, la competenza e lo spirito di servizio che contraddistinguono il loro impegno; ai Genitori della comunità scolastica dell’IC Guido Galli.

Il grazie più intenso è per i nostri cari alunni dai bambini della scuola primaria, ai ragazzi della secondaria per la straordinaria capacità di adattamento avuta e per averci ogni giorno restituito con la loro presenza il valore immenso del nostro lavoro.

La Didattica a Distanza è stata la soluzione tampone, rimedio che ha tolto ciò che la scuola è, ossia l’essere insieme, il pensare insieme,  il fare insieme, nella condivisione di scelte e percorsi,  per formare oggi i cittadini di domani.

Il rientro a settembre al quale già abbiamo iniziato a lavorare sarà reso sicuro da precise misure organizzative e didattiche, scelte che certamente saranno orientate all’assoluta necessità di didattica in presenza, nei limiti consentiti. 

   In chiusura, il nostro incoraggiamento ed augurio si rivolge ai bambini delle classi quinte primaria e ai ragazzi delle classi terze della scuola secondaria. Siamo certi che, nel prosieguo degli studi, ciascuno di loro darà prova di quanto appreso e maturato, al meglio delle possibilità.

La Dirigenza 

 

buone_vacanze.jpg